Dove vuoi andare?

Ti porto in viaggio con me...

VEDI NAPOLI E POI TORNI – COSA FARE LA PRIMA VOLTA A NAPOLI

Ho sempre sentito parlare benissimo di Napoli, della bellezza della sua atmosfera partenopea e dell’ottima qualità della cucina che è senza ombra di dubbio una delle più famose al Mondo.

Napoli è la quantità più grande di fritti e carboidrati che voi possiate mai immaginare (e mangiare!).
Napoli è un abbraccio caloroso ma non invadente.
Napoli è l’ingrediente perfetto sulla migliore pizza del mondo.

Le vie di Napoli

Durante la mia prima visita ho avuto la fortuna di viverla insieme a Marika e Diego, due amici che la amano e la conoscono benissimo, ed è proprio grazie a loro che sono riuscita ad apprezzarla ancor più di quanto non potessi fare da sola.

Napoli è vera e genuina così come uno se la immagina.

Descrivere l’atmosfera napoletana non è affatto semplice, la sua veracità ti entra dentro come un pugno.
Te ne accorgi quando passeggi per i suoi vicoli ed improvvisamente senti intonare le classiche note neo melodiche, che subito ti portano dentro ad uno di quei grandi classici italiani.
O quando, mentre cammini tra le vie del centro di questa immensa cucina a cielo aperto, vieni assalito da quell’irrefrenabile voglia di assaggiare ogni cosa incroci il tuo sguardo.
Chiesa di San Gregorio Armeno a Napoli

PRIMA VOLTA A NAPOLI: COSA FARE?

NAPOLI SOTTERRANEA

E’ stata una delle prime cose che ho sentito nominare quando ho iniziato ad informarmi su Napoli.
Grazie ai membri dell’Associazione Napoli sotterranea è infatti possibile percorrere un viaggio nella storia della città a 40 metri di profondità, immergendosi nel ventre delle sue strade, toccando con mano una storia di oltre 2000 anni.
Si scoprono strade, stretti cunicoli, cisterne, rifugi di guerra e per finire anche i resti di un antico teatro greco-romano, con un accesso veramente insolito.
Ma non si svelo nient’altro, dovete andare a visitarla!
Napoli sotterranea

VIA SAN GREGORIO ARMENO

Le bancarelle di Via San Gregorio Armeno sono forse una delle zone più famose del Mondo per quanto riguarda il periodo festivo, pronte a celebrare il Natale per 365 giorni l’anno.
Se guardate le immagini al telegiornale nel mese di Dicembre vedrete una folla di turisti che scorre tra i negozi ed i banchetti, ma passando in uno degli altri mesi riuscirete a cogliere l’essenza del natale partenopeo in modo più rilassato.

Via San Gregorio Armeno a Napoli

Via San Gregorio Armeno a Napoli

 

SPACCANAPOLI

Sembra il nome di qualche curioso locale ma in realtà si tratta di uno dei tre Decumani di Napoli, le vie principali costruite in epoca greca in base alle quali venne organizzata la città.
Questa arteria taglia la città in linea retta (per capire veramente perché viene chiamata così bisogna guardarla dall’alto) ed attraversandola ci si immerge in uno spaccato di Napoli autentico.

CHIOSTRO MAIOLICATO

Sono riuscita a visitarlo durante la mia seconda volta in città ed è come un’oasi di pace che si nasconde dal tumulto della vita quotidiana napoletana.
Il Chiostro maiolicato – che si trova accanto al Monastero di Santa Chiara – è una vera gemma, che fu sede delle importanti cerimonie civili e religiose nel periodo angioino.
I pilastri sono avvolti da maioliche gialle, blu e verdi e sposano magnificamente il curato giardino in cui sono immersi.
Chiostro maiolicato Napoli

CRISTO VELATO (MUSEO CAPPELLA SANSEVERO)

A mio parere una delle sculture più belle mai viste.
L’Italia è la patria di grandi nomi illustri e, per quest’opera, Giuseppe Sanmartino entra di diritto in questa cerchia.
La Cappella di Sansevero è nota per custodire la statua del Cristo Velato che rappresenta Gesù Cristo morto e coperto da un sudario trasparente.
La maestría con cui è stato scolpito vive in ogni piega e ci si ritrova ad osservare la statua completamente ammutoliti.
Non si possono fare foto e/o video all’interno quindi rispettate le regole (e non fate i furbi!) : vi aiuterà anche a godere ancora più a fondo delle bellezze che solo in Italia abbiamo il vanto di avere.

LUNGOMARE

Che visita a Napoli sarebbe senza la passeggiata sul lungomare?
Io che non vivo a contatto con questa meraviglia naturale, ogni anno sogno ad occhi aperti il momento in cui riuscirò a rivederlo.
Passeggiare su questo lungomare – immersi nel Golfo di Napoli – è rigenerante, soprattutto nelle giornate primaverili quando le temperature non sono ancora altissime.
La sosta classica per la foto ricordo é al Castel dell’Ovo, con Pulcinella che allieta i passanti.
Lungomare-Caracciolo-Napoli

PIAZZA DEL PLEBISCITO

Quando penso a Piazza del Plebiscito mi vengono in mente le serate estive di quando ero teenager e guardavo il Festivalbar in televisione. (Ma quanto era bello?)
Trovarmici immersa mi ha quindi riportato un po’ indietro nel tempo e mi ha anche fatto capire quanto sia apprezzata per i vari eventi e le tante manifestazioni vista la sua grandezza.

METROPOLITANA TOLEDO

Ammetto la mia ignoranza: anni fa non pensavo neppure ci fosse la metropolitana a Napoli.
Quando ho scoperto poi la fermata Toledo, sono rimasta a bocca aperta.
Dopo aver fatto il tour nella metropolitana di Stoccolma sono sempre stata un po’ scettica riguardo alla bellezza di altre stazioni metro ma una volta entrata a Toledo ho capito perché è così famosa.
Salendo per le scale mobili vi sembrerà di entrare in un tunnel che fa da ingresso ad una grotta scintillante, con il bianco e l’azzurro che dominano in tutto il soffitto.
Metropolitana Toledo Napoli

MANGIARE

Può sembrare scontato ma generalmente quando le persone tornano da Napoli, una delle prime cose che lodano è la sua cucina.
La Pizza non può mai mancare. Ed ho scritto pizza con la P maiuscola per una ragione: qui è nata e qui si trova la migliore al mondo.
Ma ci sono tante altre specialità da leccarsi i baffi, come la pizza fritta per esempio, che io pensavo pesante ed invece si è rivelata più leggera di tante pizze normali mangiare qui al nord.
E come dimenticare le mie amate frittatine? E poi le crocché, il ragù, la mozzarella di bufala…

La pizza napoletana

Se come me vi fermate solo per un week end potete girare tranquillamente per Napoli a piedi, in quanto le principali e tante cose da vedere sono tutte a portata di mano e a ridosso del centro storico.
Se arrivate in treno vi troverete subito immersi nell’immensa Piazza Garibaldi, vicina al centro storico; se invece arrivate in aereo e non avete l’auto, potete prendere un taxi (chiedete la tariffa fissa per raggiungere il centro) ed arriverete nel cuore di Napoli in circa 20 minuti.

Hai trovato utile questo post? Condividilo sui tuoi social!

1 Comment

  • danila

    Ecco devo tornare a Napoli al più presto perchè un bel pò di cose mi mancano: primo tra tutti il chiostro maiolicato!
    E va beh il cibo…………

    13/11/2017 at 3:58 PM
LEAVE A COMMENT