Dove vuoi andare?

Ti porto in viaggio con me...

Stadion fermata metro a Stoccolma

A caccia di arte nella metropolitana di Stoccolma

Mi capita spesso di ripensare a Stoccolma, prima città nordica che ho visitato e che mi ha letteralmente rapito il cuore.
Una delle prime immagini che ricordo, mentre studiavo un pochino la capitale svedese prima di partire, era la foto di una sua fermata della metropolitana, che pareva disegnata tanto fosse surreale.

La metropolitana di Stoccolma (Tunnelbana) è infatti spesso considerata l’esibizione artistica più lunga del Mondo in quanto oltre 90 delle 110 stazioni espongono le opere di quasi 150 artisti.
Ogni stazione è decorata secondo un tema ben definito e, ad ogni fermata, vi sembrerà di viaggiare nel tempo attraverso storie e generi totalmente differenti tra loro.

Vagone nella metro a Stoccolma

Le stazioni sono state migliorate nell’ambito di un dibattito sociale negli Cinquanta, riguardante il fatto che l’arte dovesse essere accessibile a tutti, non solo all’élite che poteva permettersi di pagare i biglietti di ingresso alle gallerie e ai musei di Stoccolma.

Anche se la maggior parte degli abitanti di Stoccolma è diventata indifferente a ciò che hanno sempre sott’occhio durante il loro viaggio quotidiano, il tour della metropolitana di Stoccolma è sicuramente uno dei must tanto in voga tra i turisti.
Con il solo costo di un biglietto della metropolitana, potrete immergervi in un mondo che vi farà riconsiderare l’utilizzo dei mezzi pubblici, che vi permetterà di godere a pieno di un museo stupendo a bassissimo costo.

METROPOLITANA DI STOCCOLMA: QUALI STAZIONI METRO VISITARE ASSOLUTAMENTE?

T-Centralen ~ (linea blu)

Dove tutto è iniziato.
L’artista che ha progettato T-Centralen ha deciso di onorare tutti i lavoratori che hanno preso parte alla costruzione della stazione e – invece che incidere dei nomi su di una targa che nessuno si soffermerebbe a leggere – ha scelto di dipingere ogni tipo di professione sui soffitti.
Il colore scelto è il blu, in ogni sua sfumatura, per far sembrare il soffitto come un enorme cielo e rendere l’esperienza del pendolare un pochino più rilassante.

Kungsträdgården ~ (linea blu)

Il palazzo di Makalös – sede della nobiltà svedese – era esattamente al di sopra di questa stazione e il Kungsträdgården era il giardino reale. Oggi è uno dei parchi più famosi della città, sede di grandi eventi estivi e sempre pieno di vita.
L’artista che si è occupato di questa stazione ha pensato di permettere a chi transita di qui di ritrovarsi immersi in una sorta di giardino sotterraneo.
Tra il verde dell’erba, il rosso della ghiaia e il bianco delle statue di marmo, il richiamo all’antico giardino del palazzo è fortissimo. Verso l’uscita è anche stato allestito uno scavo archeologico con delle colonne romane.
Imperdibile!

Kungsträdgården metro stoccolma

Solna Centrum ~ (linea blu)

Questa opera è stata creata per evidenziare le problematiche dello spopolamento rurale e della distruzione dell’ambiente durante l’epoca industriale svedese.
I colori principali di questa stazione della metropolitana di Stoccolma sono il rosso, dato dal cielo ardente, ed il verde come la foresta di abeti lunga 1km, che si estende su tutte le pareti della stazione.

Solna Centrum metropolitana di Stoccolma

 

Rådhuset ~ (linea blu)

Una delle mie preferite.
Entrando in questa stazione vi sembrerà di entrare in una grotta.
La sua base rocciosa, lasciata esposta e non scolpita, rende il tutto ancora più affascinante.

Rådhuset Metro stoccolma

Stadion ~ (linea verde)

Un tripudio di colori per commemorare le Olimpiadi a Stoccolma del 1912.
Una parete completamente dipinta con un arcobaleno dedicato all’anello olimpico: praticamente un set fotografico perfetto!

Fermata metro Stadion a stoccolma

Rissne ~ (linea blu)

Un’immenso planisfero disegnato sulle pareti di questa fermata della metropolitana, con anche qualche nozione storica relativamente alle varie nazioni. Cosa mi ha colpito? La parete completamente bianca con tutti questi dettagli colorati.

Metro Rissne a Stoccolma

Hötorget ~ (linea verde)

Questa è la fermata della metro che più mi ricorda il #sivastoccolma del 2015.
Qui abbiamo scattato la nostra prima foto tutte insieme, tra le pareti e i decori anni ’50 che ci hanno riportato indietro nel tempo.

Hallonbergen ~ (linea blu)

E’ una fermata della metropolitana di Stoccolma che piacerà sicuramente ai più piccini: gli artisti hanno infatti qui riprodotto i disegni e gli schizzi dei bambini della città.

Hallonbergen fermata metro di Stoccolma

Tensta ~ (linea blu)

Ci sono dipinti con la parola “fratellanza” scritti in 18 lingue e sculture di animali e piante.
In ogni direzione in cui si guarda, si può trovare qualcosa di diverso. E’ bellissima.
Tensta metro stoccolma

Avendo poco tempo a disposizione, per evitare di perdere altre chicche della città, non sono riuscita a vedere tutte le stazioni che mi ero segnata.
Sicuramente, tra quelle che io ho perso ma che potrebbero interessarvi ci sono:

Tekniska högskolan ~ (linea rossa)

Situato nei pressi del Royal Institute of Technology, qui si può ritrovare la storia del progresso tecnologico.
Io l’ho scoperta troppo tardi e se mai dovessi tornare a Stoccolma non voglio perderla.

Thorildsplan ~ (linea verde)

Chi ama i videogiochi?
Vi dico solo questa cosa: questo posto fa decisamente per voi.

Universitetet ~ (linea grigia)

L’artista della fermata Universitetet ha creato tutti i lavori che si trovano qui direttamente a Lisbona, sulle famose piastrelle azulejos, concentrandosi sui suoi viaggi intorno al Baltico. Con questa opera ha voluto sottolineare e portare all’attenzione i problemi ecologici che abbiamo apportato al Mondo.

 

Ovviamente è un tour che si può organizzare in solitaria tranquillamente. Basta segnarvi le stazioni che preferite ed il gioco è fatto.
Se preferite invece una visita guidata, ci sono guide certificate che d’estate propongono questo servizio.

Per maggiori informazioni potete consultare il sito ufficiale del turismo di Stoccolma: http://www.visitstockholm.com/en/it/

Arte in metropolitana a Stoccolma

Hai trovato utile questo post? Condividilo sui tuoi social!
LEAVE A COMMENT