Dove vuoi andare?

Ti porto in viaggio con me...

%title

Madrid – impressioni e cosa vedere

Madrid è stata la seconda meta del mio viaggiare per il mondo: i ricordi di 8 anni fa sono quelli di tre amiche ventenni che scoprono una nuova città e si godono la movida della capitale spagnola, famosa per la sua gioia di vivere e il suo non dormire mai (e che affrontano le prime disavventure in viaggio).
I ricordi di quest’ultimo ritorno nella capitale spagnola saranno invece un po’ diversi, forse perché visti con gli occhi di chi ha qualche esperienza di viaggio in più sulle spalle – e anche qualche anno!– o forse semplicemente perché le cose cambiano e se devo essere sincera io a questa cosa mi ci devo ancora abituare.

Arrivare di venerdì notte, all’inizio del week-end, non credo abbia aiutato ma il primo impatto che ho avuto è stato subito quello di una città sporca: tanti rifiuti in mezzo al marciapiede, buste di cibo, bottiglie abbandonate sulla Gran Via e nelle strade adiacenti.
Diciamo che, se una città dovesse fare colpo nel vostro cuore a prima vista, sicuramente non vi augurerei di arrivare qui e trovare la città come l’ho trovata io.
La cosa che più mi ha stupito (e che non ricordavo assolutamente) è stata la presenza di tantissime donne – sia di notte che in pieno giorno – intente a vendersi proprio lungo Calle de la Montera, in pieno centro! Ora, lungi da me l’idea di giudicare qualcuno, ma sinceramente non la trovo una cosa piacevole da vedere nel 2015 in una via centrale di una capitale europea, in cui passeggiano anche bambini.
Di contro ho trovato una città più sicura, con molta polizia sia in centro che nei parchi, molti controlli anche in metro e nelle stazioni ferroviarie o alle varie attrazioni e tanti operatori ecologici pronti a ripulire ciò che l’inciviltà delle persone riesce a fare durante la notte.

Detto questo Madrid per me rimane una Capitale con la C maiuscola: vivace ma istituzionale, affascinante e ricca di palazzi storici ma anche moderna e al passo con i tempi.
E’ una città in cui si possono trovare tante possibilità di divertimento e di cultura, buon cibo e una serie infinita di attrazioni.
Poi ci sono le sue bellezze iconiche, quelle che sono immancabili – secondo me – da vedere durante una visita in città.

Cosa vedere a Madrid?

STADIO SANTIAGO BARNABEU

Lo so che molte di voi stanno storcendo il naso, ma vi assicuro che questa è una tappa fondamentale.
Io sono di parte perchè essendo supertifosa (qui l’Inter ha anche vinto l’ultima Champions League) vado a visitare quasi tutti gli stadi nelle varie città, ma questa struttura – casa del Real Madrid C.F. – rappresenta una parte della storia del calcio spagnolo e al contempo è anche un luogo sacro per i tifosi madrileni. Il tour è ben strutturato e vi permette di accedere in ogni parte dello stadio: dagli spalti alla tribuna d’onore, dagli spogliatoi alla sala stampa e dalle panchine al campo; è molto interessante anche tutta l’area dedicata ai trofei e alla storia del Real Madrid, resa interattiva e ricca di effetti speciali.%title

TEMPIO DI DEBOD

Vicino al famoso Parco del Oeste si trova un vero e proprio tempio egizio trasportato, pietra dopo pietra, dall’Egitto a Valencia e poi ricostruito a Madrid: tutto questo grazie alla decisione del governo egiziano che decise di regalare alcuni dei suoi templi, a rischio inondazione per la costruzione della Diga di Assuan, ai Paesi che diedero maggior supporto alla salvaguardia dei siti archeologici. E’ visitabile gratuitamente – con un massimo di 60 ingressi alla volta – ed é chiuso solo il lunedì.
La vista da quassù é sorprendente: prendete due birre e godetevi il tramonto da qui, un must!%title

IL CENTRO: GRAN VIA, PUERTA DEL SOL, PLAZA MAYOR, PLAZA DE ESPAÑA, PLAZA DE CIBELES

La zona centrale di Madrid è un concentrato di vita, negozi e locali.
Dalla Gran Via, la principale arteria della città, avete molteplici opzioni per visitare le zone limitrofe: Puerta del Sol, il chilometro zero, è la piazza da cui partono le strade dirette ai diversi punti della penisola; a pochi passi trovate Plaza Mayor, risalente al XV secolo, circondata da portici con negozi e ristoranti e con ben 9 porte d’accesso.
Prima di arrivare a Plaza de España, celebre per il suo monumento rappresentante Cervantes e Don Chisciotte, concedetevi uno stop alla storica Plaza de la Villa, piccola e pittoresca piazza sede del municipio.
Dalla parte opposta della città si trova invece Plaza de Cibeles, altro simbolo di Madrid e riconoscibile grazie alla sua fontana che funge – tra l’altro – da rotatoria, è circondata da edifici di prestigio quali il Quartiere Generale dell’Esercito e la Banca di Spagna.
In centro c’è anche un ottimo posto per mangiare tapas!%title

PARCO DEL RETIRO

Central Park : New York = Parco del Retiro : Madrid.
E’ il famoso polmone verde della città ed è un concentrato di sentieri, piante e prati che vi porterà lontano dal traffico per godere del giusto mix di tranquillità e pace per staccare la spira dal caos quotidiano.%title

PALAZZO REALE

E’ la residenza dei reali spagnoli. Il lussoso palazzo, utilizzato solo per le cerimonie ufficiale, imponente e ricco è visitabile all’interno ma vi consiglio anche di godervi la Plaza de Oriente, con giardini curati minuziosamente e dominata dalle venti statue rappresentanti vari sovrani spagnoli, e i Giardini di Sabatini, piccolo parco monumentale aperto al pubblico e ottimo per una pausa tra la quiete della natura.

MERCATO DI SAN MIGUEL

Poco distante da Plaza Mayor si trova il Mercato di San Miguel, ormai diventato super turistico ma sempre piacevole. All’interno della struttura in ferro sono presenti circa 75 postazioni in cui comprare e gustare – a prezzi non propriamente economici – ricette tipicamente spagnole.

PASEO DE L’ARTE

Poco più di un chilometro in cui sono racchiusi i luoghi di maggior interesse culturale del Paese.
Oltre ad altre istituzioni artistiche e musei qui hanno sede il Museo del Pradoil più famoso e visitato museo dell’arte della Spagna in cui si trova anche una delle più famose pinacoteche del mondo; il Museo d’arte moderna e contemporanea Reina Sofia con arte contemporanea e mostre improvvisate e il Museo Thyssen Bornemisza, prestigioso centro culturale e pinacoteca.%title

Io devo ancora scoprire un bel pezzo di città, ma questo mi sembra un ottimo inizio!

ps. lo sapevate che da Madrid è facilmente raggiungibile anche la storica Toledo? Non potete perderla!

Hai trovato utile questo post? Condividilo sui tuoi social!

10 Comments

  • Valentina

    Ciao Elisa, anche io sono stata a Madrid tanti anni fa…sono quasi 10 mamma mia… ma vorrei tanto tornarci. Ero più giovane, al mio primo viaggio all’estero e Madrid era solo l’ultima tappa prima di ripartire. Cosa ricordo? Quasi nulla, a parte un caldo veramente soffocante e la costante sensazione che mi mancasse l’ossigeno! A me comunque i ritorni piacciono molto…adoro la sensazione di camminare in un posto e riconoscere le strade, i negozi… vedere cosa sia cambiato nel corso del tempo… Mi ipirano molto il Parco del Retiro, Mercato di San Miguel ( adoro i mercati spagnoli) e il Tempio di Debod e poi una tappa a Toledo…ne vogliamo parlare?!?

    13/07/2016 at 7:34 AM
    • Elisa - Tripvillage
      Elisa - Tripvillage

      Ciao Valentina!! sono appena rientrata dalla mia terza volta a Madrid ed ho avuto la conferma di essermene innamorata di nuovo *.*
      E’ stata la prima volta d’estate però, e devo dire che il caldo è stato devastante!
      Sai che hai citato tutte le mie cose preferite? Parco, mercato e tempio!!! E se si ha qualche giorno in più Toledo è un must 🙂
      W i ritorni!!

      13/07/2016 at 8:18 AM
  • Eleonora

    dopo questo post…ho ancora più voglia di rivederla e soprattutto di “viverla”!!

    07/03/2016 at 3:50 PM
    • Elisa - Tripvillage
      Elisa - Tripvillage

      Eh già!!! La movida madrilena è fenomenale..chissà se riusciremo a provarla insieme qualche volta 😉

      07/03/2016 at 4:05 PM
  • https://narrabondo.wordpress.com/

    Madrid è una città che fa eccezione rispetto alla norma:
    il centro “storico” è sporco, mentre “la periferia” è pulitissima e curatissima.
    Condivido le tue riflessioni sulla calle Montera.

    23/08/2015 at 1:33 AM
    • Elisa - Tripvillage
      Elisa - TripVillage

      Vero? anche io ho notato questa cosa tra centro e “periferia” … ed è un vero peccato!!

      26/08/2015 at 9:39 AM
  • Danila

    C’era una volta una ragazza di nome Danila che qualche anno fa era stata a Madrid tre giorni senza vedere un bel niente della città ahahhaha questa stessa ragazza tra qualche settimana sarà di nuovo li è ringrazia infinitamente la sua amica Elisa per questo post!

    Sono stata a vedere qualche museo, il palazzo reale, il parco del ritiro e poco altro ma approfitterò di questo ritorno per seguire i tuoi preziosi consigli 🙂

    07/08/2015 at 8:59 AM
  • Manuela

    che bella tu!
    Comunque anche a me spaventa tornare in un posto dopo diversi anni.
    Ho paura che la mia opinione cambi 🙂
    Al tempo stesso è bello rivivere una destinazione con un cuore diverso, con qualche annetto in più e una compagnia differente. E penso che lo stesso sia stato per te, no? 🙂

    01/08/2015 at 9:13 AM
    • Elisa - Tripvillage
      Elisa - TripVillage

      Manu *.*
      Si, io non vedevo l’ora di tornare con Diego a Madrid per scoprirla anche con lui.. non sono una di quelle che “lì ci sono già stata e non ci torno più! C’è un mondo da scoprire” .. sono una fan dei ritorni e se è vero che c’è un mondo da scoprire è anche vero che a me piace un sacco tornare in un posto (se no che ci tornavo a fare 7 volte a NY?): è che ogni volta è un’emozione e una sensazione diversa, sono diverse le occasioni, qualcosa cambia sempre!

      03/08/2015 at 10:16 AM
LEAVE A COMMENT