Dove vuoi andare?

Ti porto in viaggio con me...

Nyhavn a Copenhagen

COSA FARE A COPENHAGEN – DUE GIORNI NELLA CAPITALE DANESE

Non vedevo l’ora di poter vedere Copenhagen.
Ho immaginato per anni il momento in cui mi trovavo ad osservare, assorta nei miei pensieri, il famoso Nyhavn.

In città ci sono diverse cose da fare ma, essendo rimasta solo meno di 48 ore, ho deciso di non entrare in nessun museo o attrazione e di dedicare il mio tempo a girovagare per la città, cercando di godermi ogni attimo di vita cittadina. E’ una cosa che faccio sempre perché é il modo che più mi piace per avere il primo impatto con il nuovo luogo che sto visitando.

La capitale danese non é difficile da visitare, ci si orienta molto facilmente e tutte le attrazioni principali si trovano a poca distanza le une dalle altre.
Sono partita abbastanza impreparata, chiedendo solo qualche consiglio sulla mia Pagina Facebook e scaricando qualche informazione da internet in modo da poterla leggere durante il volo aereo, ma per fortuna Copenhagen non é immensa e si riesce a coglierne l’essenza anche in sole 48 ore.

case colorate a Nyhavn

COSA FARE A COPENHAGEN?

CAMMINARE

Ok, forse può sembrare un consiglio abbastanza stupido e ne sono consapevole.
C’è da dire però che per visitare Copenhagen non c’è bisogno di fare tanto affidamento sui mezzi pubblici. Questo non perché siano inefficienti (anzi!) ma solo perché a piedi ci si muove benissimo, e si riesce facilmente a girare la città per vedere tutte le attrazioni più importanti.
Usciti dalla stazione ferroviaria ci si ritrova immediatamente di fronte ai Tivoli Gardens, uno dei luoghi più conosciuti di Copenhagen.
Da qui potete sbizzarrirvi camminando su e giù per le sue strade fino a raggiungere tutti i posti che vi interessano.

FARE IL PIENO DI STREET FOOD

Devo essere sincera: come sempre – prima di visitare una nuova città – prima di cercare i must see cerco i posti migliori per mangiare.
Lo so, mangio tanto!
Ovviamente, per gusto e per preferenza personale (ed anche perché non sono cosi ricca!) i primi posti che cerco sono quelli che fanno street food perché adoro l’atmosfera local che si sprigiona in questi grandissimi magazzini arredati con banconi, tavoloni e profumi da ogni dove.
Potete immaginare la mia immensa gioia quando, cercando le prime informazioni in rete su cosa fare a Copenhagen, ho scoperto che erano presenti ben due mercatini!

Il Torvehallerne é in centro e sembra un mercato più ricercato, ma con piatti in vista che ti fanno venire l’acquolina ad ogni passo.

Il Copenhagen Street Food si trova invece su Paper Island, appena passato il ponte che si trova alla fine del Nyhavn, ed é indubbiamente il mio preferito.
Il suo interno mi ha trasportato per un attimo a New York e qui ci siamo fatti tentare dai tanti sapori del mondo, assaggiando tantissimi piatti tipici tra cui il classico smørrebrød, il panino di segale aperto e ricoperto di ingredienti di ottima qualità.

smørrebrød al Copenhagen street Food

Mercato Torvehallerne a Copehagen

VISITARE CHRISTIANIA

Christiania é quel posto di cui forse si sente più parlare quando si nomina la capitale danese.
Il variopinto quartiere é stato occupato dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale e si é autoproclamato Città Libera, diventando un’area non soggetta alle tasse ed autogovernata con una propria legislazione interna, dove la polizia non può entrare e lo spaccio di droghe leggere é legale.
Essendo diventato anche un luogo molto turistico é sicuro farsi un giro da queste parti, per curiosare tra baracche, street art, cafê e bancarelle varie, l’importante é rispettare le regole imposte tra cui – la più importante – non scattare fotografie.
Credo che sia uno dei primi luoghi che tutti mi hanno consigliato quando ho chiesto cosa fare a Copenhagen!

Angoli di Christiania

ASSISTERE ALLA CERIMONIA DEL CAMBIO DELLA GUARDIA

Questo é stato un piacevole fuoriprogramma se devo essere sincera.
Chi mi conosce sa che non amo “sprecare” tempo stando ore in fila o fermandomi ad aspettare un determinato evento se siamo troppo in anticipo sull’orario previsto ma, a volte (per fortuna), mi capita esattamente di trovarmi nel posto giusto, al momento giusto.
Siamo usciti dall’hotel la domenica mattina con molta calma, con l’intenzione di fare una colazione veloce per poterci godere le ultime ore a Copenhagen in attesa di pranzare al mercatino che vi ho menzionato poco più sopra.
Ad un tratto, mentre passeggiavamo per lungo la Strøget, abbiamo sentito una musica d’orchestra provenire in lontananza; tempo di aspettare qualche secondo ed ecco arrivare davanti a noi la Guardia del Corpo Reale (accompagnata dalla Banda) proprio nel momento della Vagtparade, la cerimonia del cambio della guardia.

Tutto parte dal Castello di Rosenborg alle 11:30 e termina ad Amalienborg – residenza reale invernale – alle 12:00.
Se la Regina é nella residenza la Guardia e la Banda percorrono tutto il tragitto marciando a tempo di musica, in sua assenza si svolge tutto regolarmente ma senza la banda.

NYHAVN

Canale iconico di Copenhagen per eccellenza, il Nyhavn é un angolo pittoresco e porto storico della Capitale danese.
Camminare per la città ed arrivare qui ti permette di ritrovare per un attimo la pace dei sensi, soprattutto quando é inverno e ti si ghiacciano anche le guance.
Un tempo era un viavai di merci e gente proveniente da ogni dove, oggi é la zona più turistica e le sue casette colorate sono diventate il simbolo della città.
Qui ho anche ritrovato i famosi ganci sotto i tetti delle case, proprio come ad Amsterdam.

L'iconico canale di Nyhavn

TORNARE BAMBINI

Il bello di Copenhagen é che forse, più di ogni altra città, permette di tornare un po’ bambini.
Come fare? Provo a darvi due possibilità.
Fare una luuuunga passeggiata fino a scorgere la statua de La Sirenetta – la protagonista della celebre fiaba dello scrittore danese Hans Christian Andersen – senza rimanerne delusi, perché si sa che la grandezza é paragonabile a quella di un’adolescente.

Io non ho potuto fare a meno di ripensare al cartone animato e al mitico Scuttle che, prendendo una forchetta, mostra ad Ariel l’arricciaspiccia!

La Sirenetta di Copenhagen

Un’altra attrazione che vi farà tornare bambini saranno i Tivoli Gardens, uno dei più antichi parchi divertimento del mondo. Oltre che d’estate, quando tutte le giostre sono in funzione e ci sono tantissime iniziative, é un piacere visitarlo anche d’inverno soprattutto nel periodo natalizio.
Pensare che qui ci é venuto più e più volte anche Walt Disney già mi porta indietro nel tempo!

La Sirenetta e l'arricciaspiccia

Hai trovato utile questo post? Condividilo sui tuoi social!

2 Comments

  • danila

    Amica, il post è perfetto ma dovevi scrivere u pezz e fierro in coppa na pretra!

    02/05/2017 at 1:52 PM
LEAVE A COMMENT